Vuoi ricevere gli aggiornamenti?

© 2023 by The Book Lover. Proudly created with Wix.com

  Post  

La teoria del moltiplicatore di Rossana Pessione

Aggiornato il: gen 29


La Teoria del moltiplicatore è un thriller coinvolgente che affronta un argomento insolito: la donazione, dopo la morte, del proprio corpo alla ricerca scientifica.

Proprio a questo si riferisce il titolo, al fatto che, quando un corpo viene donato, viene tagliato a pezzi affinché ogni parte possa servire per specifiche esercitazioni scientifiche.


Stupisce la brutalità di approccio ad un tema così delicato?

Esattamente questo è l’impatto che si ha iniziando questo libro e ritrovandosi catapultati in un’ambientazione noir, cupa e misteriosa, a scoprire una realtà incredibilmente cruda e macabra: se infatti la storia è di fantasia della Pessione, tutta la parte tecnica descritta è invece assolutamente veritiera e basata su una ricerca della scrittrice sull'argomento.

Per farci comprendere bene l’ambiente e le dinamiche, inizialmente l’attenzione è molto focalizzata sulla descrizione minuziosa dei passaggi che, in seguito al decesso di un donatore, permettono di avere parti anatomiche utilizzabili per la sperimentazione. Questa introduzione al tema tanto dettagliata pare quasi ossessiva e contribuisce alla creazione di un’ambientazione inquietante.


Il libro si dirama da subito in modo curioso, seguendo parallelamente i racconti narrati dal punto di vista di numerosi personaggi. Queste persone sono molto differenti tra loro come caratteri e modi di ragionare, eppure sono tutti collegati a filo molto stretto: amici, colleghi o parenti.

Ogni personaggio ha tratti distintivi ben definiti e presenta la sua versione delle vicende sotto un punto di vista diverso, ciascuno in modo complementare rispetto agli altri, contribuendo tutti al completamento di un quadro complesso ed intrigante.

In un’atmosfera fin da subito molto cupa, ci si trova immersi in un paesaggio affascinante, avvolto dal mantello freddo di un piovoso autunno, dove la tranquilla natura circostante fa da contrappunto ad una storia che spalanca le porte di un mondo angosciante e lugubre, oltre che sconosciuto ai più.

Il racconto tiene col fiato sospeso fino alle ultime pagine in quanto il mistero attende a dipanarsi e la curiosità di scoprire quale oscuro crimine si celi dietro l’intreccio di vite presentate, spinge a divorare le pagine famelicamente.

Solo verso la fine, piano piano, cominciano ad emergere alcuni indizi, che fanno sorgere dubbi, e il lettore viene portato a fare collegamenti… ma la matassa è davvero difficile da snodare.


La Teoria del Moltiplicatore si presenta apparentemente come un libro sulla morte nel senso meno filosofico del termine: cadaveri, procedure di dissezione, conservazione e utilizzo di parti del corpo. Tuttavia la scrittrice propone un quesito etico: fino a che punto è giusto spingersi per amore della ricerca scientifica?

Allo stesso tempo si apre una finestra su un tema poco affrontato: su cosa si esercitano i chirurghi italiani?


→ Se ti interessa questo argomento, possiamo approfondirlo nella sezione Forum, dove ho aperto una discussione intitolata Generosi fino alla fine?


Se sei interessato ad acquistare questo libro, dai un'occhiata qui:


34 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now