Vuoi ricevere gli aggiornamenti?

© 2023 by The Book Lover. Proudly created with Wix.com

  Post  

Gli imperseguibili di Danilo Catalani

Updated: Jan 29


Gli imperseguibili di Danilo Catalani è un romanzo incredibilmente piacevole e leggero, ma per nulla superficiale, anzi ricco di riflessioni molto profonde.

La storia, molto divertente, gira attorno alle vicende di un improbabile gruppo di uomini: il giovane Paolo, trentaduenne infelice, solo e disoccupato, e un gruppetto di tre anziani signori conosciuti per caso.


Così all'inizio del racconto troviamo Paolo, in preda alla disperazione, seduto sul cavalcavia di un’autostrada ormai intenzionato a farla finita quando, per puro caso, passa di lì Alberto, un vecchietto che come d’abitudine andava in cerca di cicoria da raccogliere. Alberto dissuade il giovane dal folle gesto e, per farlo sentire meno solo, lo introduce nella sua compagnia.

Qui incontriamo il buffo Giancarlo che, con un passato da inarrestabile donnaiolo, al momento vive con la badante tedesca Amanda, e Gianni, un carabiniere in pensione che parla poco di sé, lasciando intuire un passato misterioso.


I tre sono amici di vecchia data, si conoscono profondamente, hanno abitudini consolidate, per quanto ognuno coi limiti imposti dall'età o dalla situazione domestica. Sono però dei tipi molto arzilli, che tra una battuta e l’altra, non negano perle di saggezza che fanno riflettere.

In questo divertente gruppetto si inserisce il ragazzo, che ne diventa parte integrante. Paolo comincia persino a lavorare con Gianni, il quale per passione manda avanti la tradizione del padre di intagliatore di pipe, diventando anche lui un artigiano e scoprendo in sé un talento che non sapeva di avere. Il ragazzo trova così nell'anziano signore una rassicurante figura paterna e un punto di riferimento.

Il quadro di tranquillità viene però spezzato quando un conoscente dei tre anziani si suicida per debiti di gioco che aveva contratto alla sala bingo.

Il gruppetto decide quindi di escogitare una rapina al bingo, diventando una vera e propria banda, coperti dal fatto che per la loro avanzata età non potranno essere arrestati: sono quindi imperseguibili.

Ognuno mette in gioco le proprie abilità (e le proprie difficoltà) creando una storia d’azione decisamente umoristica e fuori dagli schemi.


Senza essere mai ridicolo, questo racconto mi ha portata spesso a ridere fino alle lacrime, per poi commuovermi un attimo dopo. I tre signori sono proprio dei classici nonnetti come tutti noi ne conosciamo: schietti, scherzosi, talvolta burberi, ma dall'animo buono. Sembrerebbe di essere lì, in alcuni momenti, a giocare con loro a carte!

Con un linguaggio semplice, un'ambientazione limpida, la storia scivola via come se l’avessimo osservata dalla finestra di casa, e ci si affeziona ai protagonisti come se fossero conoscenze del paese.


È un libro che racconta l’organizzazione di una rapina, ma parla di amicizia, lealtà, valori e accettazione. E tutto quello che i nostri amici non dicono, lo fanno capire coi gesti e le attenzioni. Del resto, la rapina stessa rappresenta per loro un messaggio…


Se sei interessato ad acquistare questo libro, dai un'occhiata qui:


53 views
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now